Giovane ma già grande, tanto nei numeri quanto nelle idee e nelle progettualità per il futuro. Le varietà di fragole della Nova Siri Genetics (Nsg), azienda di breeding nata nel 2005 a Policoro (Matera), coprono già oggi il 55% delle superfici di coltivazione della Campania, il 25% di quelle della Basilicata e circa il 30-40% degli areali fragolicoli di Sicilia e Calabria. Quote di produzione considerevoli, annunciate ieri dal cofondatore di Nsg e breeder Nicola Tufaro (foto di apertura), che testimoniano il recente successo di fragole adatte agli ambienti mediterranei come Melissa e Marisol e delle ultime novità Gioelita®, Rossetta® e Marimbella®.

Da queste basi parte quest’anno un progetto strutturato di segmentazione varietale dell’offerta di Nova Siri Genetics, che prende forma concretamente nel nuovo Club Varietale sulle fragole, da poco presentato. Un progetto dal respiro sovranazionale fondato sulle partnership con attori della filiera fragolicola d'Italia, Spagna e Paesi del Maghreb: vivaisti, produttori e distributori del canale tradizionale e della Gdo.

"Col Club Varietale vogliamo valorizzare le nostre varietà di fragola attraverso un'offerta contraddistinta da partnership solide lungo la filiera e l’utilizzo di brand che identificano posizionamenti distintivi sulla base di differenti cluster di consumatori”, dice Alida Stigliano, responsabile marketing e comunicazione (foto sottostante).

L'obiettivo del Club Varietale è "uniformare l'incontro tra domanda e offerta, smarcando la fragola della competizione di prezzo e creando un reale valore, percepibile dal consumatore, per l’intera filiera. La nostra strategia è quindi basata sulla differenziazione e punta a mettere a disposizione di produttori e buyer un'offerta varietale che può presidiare lo scaffale per otto/nove mesi l'anno”. I pilastri del Club sono due: “Le partnership con il mondo produttivo/distributivo, per organizzare l’offerta in termini di volumi, standard qualitativi e calendario produttivo, e le politiche di marca - sottolinea Stigliano - Queste ultime saranno fondamentali per individuare i posizionamenti distintivi di ogni nostra varietà sul mercato. Per ogni brand svilupperemo un progetto di promozione e comunicazione ad hoc, indirizzandoci su cluster di consumatori predeterminati, per valorizzare il prodotto”.

"La nostra azienda, facendo leva sui frutti della sua attività di ricerca, mette a disposizione le proprie varietà, accompagnandole dalla moltiplicazione delle piante alla commercializzazione, sino alla creazione dei brand, per un posizionamento valorizzante: ecco che la ricerca e il mercato vanno di pari passo per portare vantaggi a tutti gli attori della filiera. Si pensi a temi quali il sapore del frutto e la sua shelf-life: una varietà deperibile in 24 ore non può avere successo. Nostro compito è quello di identificare unicamente varietà che possano avere un ottimo riscontro da parte dei vari cluster di consumatori”.

Il lavoro di segmentazione è già partito da diversi mesi con Rossetta®, brand che identifica la fascia premium dell’offerta, disponibile da gennaio a giugno e riconoscibile con un packaging dedicato e unico per tutti i diversi produttori. A breve è previsto il lancio del sito web rossetta.it, la realizzazione di campagne sui social media e di iniziative di instore marketing B2B e B2C. “Rossetta® - specifica da parte sua Nicola Tufaro - si contraddistingue per essere una fragola molto precoce con un elevatissimo grado zuccherino e un aroma del tutto particolare”.

A supportare a livello operativo il progetto è la società di consulenza Sg Marketing. “Le fragole della fascia di prezzo medio-alta, come appunto Rossetta®, rappresentano circa il 15% del mercato. Una quota del 55% si sviluppa invece nella fascia mainstream, dove trovano spazio per esempio le private label delle catene distributive. Qui sarà inserita Melissa”, rimarca Claudio Scalise, managing partner di Sg Marketing.

“Fino a oggi il produttore che sceglieva una varietà di fragola da coltivare non aveva una perfetta conoscenza della pianta e della sua resa. Ciò si poteva trasformare, all’atto pratico, in un feedback negativo da parte del mercato - dice ancora Tufaro - Con il Club Varietale Nsg copriamo questo gap, orientiamo nella scelta varietale fornendo un vantaggio competitivo importante. Inoltre, sosteniamo una coltivazione con metodi sempre più ecologici e intercettiamo, con la giusta pianificazione, la domanda nello specifico periodo in cui questa si esprime: una vera operazione win-win. Il materiale vivaistico sarà commercializzato in Italia esclusivamente dall’azienda Primi Frutti - prosegue il cofondatore - Per quanto riguarda l’area dell'Europa (Spagna e Grecia) collaboreremo invece con vivaisti e cooperative spagnole, tra cui Viveros California, Viveros Carbonero e Onubafruit”.

Il 2021, “anno zero” del Club, è già operativo non solo con il brand premium Rossetta®, ma anche con tutta l’attività di formazione, consulenza e marketing che viene messa a disposizione degli aderenti attraverso una sezione dedicata del sito web aziendale. Nova Siri Genetics si sta intanto preparando per lanciare, a partire dalla prossima campagna, il progetto dedicato a Marimbella®, fragola precoce molto promettente, già coltivata in tutte le regioni meridionali italiane e in Spagna con ottimi risultati.

“La particolarità di Marimbella® è che si adatta molto bene a diverse tipologie di terreno e a diversi ambienti, una caratteristica molto difficile da riscontrare nelle fragole. E’ inoltre molto precoce (disponibile da novembre a giugno) e produttiva - prosegue Tufaro - Penso quindi che la sua coltivazione potrà avere uno sviluppo molto importante nei prossimi anni”. Tra le novità più interessanti di Nsg c’è anche Gioelita®, la quale presenta una pianta dal portamento molto compatto. Il fragolicoltore viene così agevolato nella raccolta. “Noi abbiamo calcolato che essa può garantire un risparmio della manodopera pari al 10-15% - conclude - Il frutto di Gioelita® è molto consistente e si distingue per il suo colore rosso molto brillante”.

Fonte: ItaliaFruit